Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Sada Bike, la bicicletta pieghevole senza raggi made in Italy, da portare con sé nello zaino

Progettata da un giovane ingegnere salernitano, Sada Bike pesa meno di 10 kg e una volta piegata raggiunge l’ingombro di un comune ombrello.

da Posted on
Condivisioni

BICICLETTA SENZA RAGGI: SADA BIKE –

Una bicicletta pieghevole con ruote senza raggi e talmente leggera da poter essere riposta in uno zaino e portata con sé ovunque: è stata denominata Sada Bike ed è un’innovazione made in Italy sviluppata da Gianluca Sada, ingegnere salernitano laureato al Politecnico di Torino proprio con una tesi sulla sua futuristica bicicletta.

LEGGI ANCHE: Dutch Solar Cycle, la bicicletta elettrica che si ricarica con l’energia solare

SADA BIKE –

Realizzata in alluminio, con ruote da ben 26 pollici e perfetta per muoversi in città, Sada Bike pesa meno di 10 kg e una volta piegata (basta una semplice pressione sul sellino) raggiunge l’ingombro di un comune ombrello. L’obiettivo del giovane ingegnere era infatti quello di costruire una bicicletta con ruote prive di raggi senza scendere però a compromessi con le dimensioni delle ruote e compromettere l’equilibrio e la stabilità del mezzo.

In particolare, i copertoni sono sostenuti da un paio di cerchioni speciali che consentono di eliminare i raggi. Il telaio invece ha una struttura a forma di forbice che consente agli ingranaggi di richiudere la bici in pochi secondi. L’aspetto tecnico più particolare concerne però l’ancoraggio delle ruote al telaio mediante piccole rotelle fissate al telaio che permettono ai cerchi di girare e che, allo stesso tempo, li mantengono in posizione. Le rotelle agiscono sia sulla ruota anteriore che su quella posteriore.

(Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook dedicata a progetto Sada Bike)

GIANLUCA SADA –

Diversi i riconoscimenti ottenuti da Gianluca per la sua Sada Bike: nel 2010, qualche mese dopo la laurea, l’Ordine degli ingegneri di Torino gli ha riconosciuto il primo premio nell’ambito dell’iniziativa “Idea-To” per la migliore tesi di laurea a carattere innovativa di quell’anno. Successivamente Gianluca è stato selezionato tra i 200 giovani talenti d’Italia.

La bicicletta per il momento è solo un prototipo ma potrebbe arrivare in commercio a fine anno.

PER APPROFONDIRE: Biciclette elettriche, ecco quella realizzata interamente in legno di frassino

LEGGI ANCHE: