Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Taxi-bici: ad Amsterdam nasce un servizio gratuito (Foto e Video)

Si chiama Yellow Backie ed entro fine anno coinvolgerà 200 ciclisti che offrono passaggi gratis. Ai turisti ed ai cittadini, in una metropoli dove ormai i ciclisti sono più di mezzo milione. Una buona occasione anche per rimorchiare?

di Posted on
Condivisioni

BICI TAXI AMSTERDAM –

L’idea piace molto ai turisti e anche ai cittadini di Amsterdam, dove circa 500mila persone circolano abitualmente in bicicletta. Vanno al lavoro, a scuola, a cinema, al pub con gli amici. Zero auto, e zero problemi di parcheggio e di circolazione nel centro storico della città. Adesso nel cuore dell’Olanda, che considera la bicicletta un fondamentale mezzo per la mobilità urbana, nasce il taxi-bici. Gratuito. E disponibile per i cittadini in chiave di Economia condivisa.

LEGGI ANCHE: Pedalare fa bene, 374 morti in meno in 20 città italiane se si usasse di più la bici

YELLOW BACKIE AMSTERDAM –

Il servizio si chiama Yellow Backie, e il colore giallo evoca tutti i ciclisti che vi aderiscono e si dichiarano disponibili, attraverso la pagina Facebook, a trasportare gratuitamente passeggeri nel sellino posteriore della loro bicicletta. Un sellino che viene colorato di giallo, proprio come segno della partecipazione al progetto di circolazione condivisa.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO YELLOW BACKYE –

Quanto al passeggero non deve fare molto. Basta che a un angolo di strada, proprio come quando chiama un taxi, se vede una bici con il portapacchi giallo dia un grido con la parola Backie. A quel punto il ciclista si ferma e carica. Decini di ciclisti hanno già aderito a Yellow Backie e saranno almeno 200 entro la fine dell’anno. Il nuovo servizio è molto piaciuto non solo perché migliora la mobilità in città, ma anche perché offre lo spunto di fare nuove conoscenze e nuove amicizie. E magari di rimorchiare.

GUARDA IL VIDEO:

(Fonte immagine di copertina: Facebook)

PER APPROFONDIRE: Al lavoro in bicicletta, in Francia c’è anche un contributo dello Stato

LEGGI ANCHE: