Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Avvocato per vocazione, Massimiliano esercita il diritto in difesa degli ultimi

Nel 2005, dopo anni di volontariato trascorsi tra Africa e Sud America, ha deciso di tornare in Italia per aprire uno sportello che offrisse assistenza legale gratuita a senza tetto e immigrati. Da allora si batte per offrire un po’ speranza a chi difficilmente se la può permettere

Condivisioni

AVVOCATO DI STRADA FOGGIA

Esiste un’Africa a due passi da casa. Ne è convinto Massimiliano Arena che, dopo anni trascorsi tra il Continente Nero e il Sud America in mezzo agli ultimi, è voluto tornare nella sua terra: la Puglia. Qui ha deciso di dare applicazione ai suoi studi ma in un modo del tutto inaspettato rispetto a quello che immaginava da ragazzo. Massimiliano, infatti, ha studiato Giurisprudenza e “da grande” si vedeva avvocato in una grande multinazionale, dove costruirsi una vita di successi tra agio e riconoscimenti. E invece, dopo l’esperienza toccante del volontariato nei Paesi del Terzo mondo, ha deciso di esercitare il diritto in difesa degli ultimi, di coloro che non hanno nessuno. Così nel 2005 ha aperto lo sportello degli Avvocati di Strada di Foggia, che offre assistenza a senza tetto e immigrati.

Qui ha scoperto che il soccorso legale può essere utile quanto quello medico e assistenziale e si porta dietro la stessa possibilità di arricchirsi di esperienze tanto drammatiche quando straordinarie. Lo sportello, infatti, gli regala giornalmente la possibilità di fare i conti con temi come l’immigrazione, la vita dei senza fissa dimora, le morti dell’agricoltura. Con la speranza di regalare speranza a chi di solito non se la può permettere.

LEGGI ANCHE: Avvocati di strada: da 17 anni accanto a chi è in difficoltà e alle persone senza dimora

MASSIMILIANO ARENA

Dalla sua esperienza è nato un libro, “Io, avvocato di strada”, edito da Baldini+Castoldi, che racconta la nobiltà della sua professione, il valore della terra come futuro per i giovani e il matrimonio fra educazione e integrazione. “Presso lo sportello sorto a Foggia –scrive il giornalista Domenico Iannacone nella prefazione del libro –  a pochi passi dall’ingresso della stazione ferroviaria, la fila di chi chiede aiuto è lunga. Mi è bastato entrarci una volta per capire quanto lavoro si fa lì dentro. Massimiliano insieme ai suoi colleghi compie il miracolo di lenire le ferite di uno Stato sociale traballante”. Questo piccolo miracolo, infatti, resiste da 13 anni prestando assistenza legale gratuita a migliaia di esclusi dalla società. Il tutto grazie alla passione di Massimiliano e di una serie di giovani avvocati che smentiscono il pregiudizio per il quale chi esercita questa professione non può non essere cinico, avido e spesso schierato a difesa dei più potenti.

ASSISTENZA LEGALE GRATUITA

Questa tendenza il fondatore dello sportello di Foggia l’aveva trovata tra i banchi dell’università, dove competizione e arrivismo sembravano gli unici veri motori in grado di animare le giovani menti che lo circondavano. Per questa ragione ha fatto la scelta drastica di partire per scoprire il mondo del volontariato che ha avuto il modo di esplorare per tanti anni in comunità agricole e orfanotrofi di Bolivia e di Guinea Bissau. Fino a quando non ha capito che il suo posto era nella sua Foggia dove, come in tutto il mondo, non c’è bisogno di attraversare gli Oceani per mettersi a disposizione degli ultimi.

La foto è tratta dalla pagina Facebook di Massimiliano Arena

PROFESSIONISTI CHE LAVORANO GRATIS PER I MENO FORTUNATI