Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Viaggiare a costo zero o quasi: non più un sogno per i ragazzi dai 13 a 30 anni

Associazione Joint, una realtà che coinvolge tutti i ragazzi con condizioni economiche svantaggiate a fare esperienze di volontariato e non solo in tutta Europa

da Posted on
Condivisioni

ASSOCIAZIONE JOINT MILANO

Vivere un’esperienza di formazione e lavoro all’estero a costo zero, fare volontariato nel mondo e arricchirsi l’anima. È il sogno ricorrente di ogni ragazzo e non solo, ma purtroppo a permetterselo sono in pochi: è quasi un lusso in questi anni, una roba da ricchi. Ma non tutti sanno che esistono delle associazioni di promozione sociale rivolte ai giovani, in particolare a ragazzi con situazioni socio-economiche svantaggiate o disabilità motorie, che rendono possibile tutto ciò a costi azzerati o minimi.

A questo proposito vogliamo parlarvi dell’associazione Joint di Milano, una realtà bella, ricca, piena di progetti e di tante persone che hanno voglia di vederli realizzare, fondata da un gruppo di ragazzi con l’interesse comune nel campo della pedagogia.

 

LEGGI ANCHE: Paura di volare: i consigli per combatterla e viaggiare sereni, tranquilli e rilassati

Diverse sono le attività ideate e realizzate. A capo di tutte vi è indubbiamente la collaborazione con lo SVE, Servizio Volontario Europeo. Si tratta di un programma interamente finanziato dall’Unione Europea, compreso vitto, alloggio e un pocket money mensile, che offre la possibilità ai ragazzi di svolgere attività di volontariato presso un’associazione no profit di un altro Paese. Il tempo di permanenza non è predefinito: ognuno infatti ha la possibilità di scegliere tra Long Term (fra i 6 e i 10 mesi) e Short Term (2 mesi).

Un’opportunità unica per i ragazzi, utile soprattutto a migliorare le proprie conoscenze per un mercato che è sempre più competitivo. La conferma arriva da un’indagine effettuata dall’Ang su 500 giovani tra i 18 e i 25 anni che hanno partecipato ai programmi di mobilità offerti loro dall’Unione europea, tra cui lo Sve, nella quale oltre l’81% dei ragazzi ha affermato di avere acquisito competenze ed abilità che si sono rivelate utili in ambito lavorativo.

PER APPROFONDIRE: Viaggiare in aereo, 10 consigli essenziali per volare comodi. Senza spendere soldi extra

Ma non è tutto. Joint è una delle pochissime associazioni ad offrire anche progetti di Workcamp, corsi di formazione e stage all’estero a costi ridottissimi, grazie alla collaborazione del programma Erasmus+, Come ci racconta Marco, il coordinatore degli scambi culturali. “Tutti i ragazzi dai 13 ai 30 anni possono parteciparvi”, ci spiega, “l’unico requisito richiesto è quello di essere cittadini dell’Unione Europea”. Un’occasione di vita imperdibile, che dà finalmente la possibilità di vivere e conoscere il mondo e le diverse culture che ospita, oltre che avere un bagaglio di esperienze che arricchirebbe chiunque.

(Le immagini sono tratte dalla Pagina Facebook dell’Associazione Joint)

IMPERDIBILI STORIE DI VIAGGI SOLIDALI:

  1. 93 anni e una grinta da far invidia. La storia di nonna Irma, volata in Kenya a offrire il suo aiuto ai bambini di un orfanotrofio (foto)
  2. Viaggiare il mondo sulle spalle degli amici, la bella storia di Kavan Chandler
  3. In viaggio per l’Italia a piedi per la ricerca e per curare il dolore, la storia di Christian
  4. Shantanu Starick, il fotografo che viaggia gratis per il mondo grazie al baratto