Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Città Incantate, l’associazione che fa sognare ed appassionare i bambini alla lettura

Giovani ragazzi uniti in questo progetto che ha l'obiettivo di portare nelle scuole, nelle biblioteche e nei parchi l'arte della lettura. La proposta dei silent book, o albi senza testo, per un maggiore coinvolgimento dei più piccoli

di Posted on
Condivisioni

ASSOCIAZIONE CITTA’ INCANTATE

I bambini ci insegnano a vedere il mondo con occhi diversi. Lo sa bene Chiara Panacciulli, presidente di “Città incantate”, un’associazione torinese che porta il sorriso e la curiosità nelle scuole d’infanzia e nelle biblioteche. Tutto ciò è reso possibile grazie ai tanti volontari che hanno preso parte a questo progetto, unico nel suo genere, adoperando un’arma tanto antica quanto rivoluzionaria: la lettura.

«Promuovere la lettura ai bambini e alle famiglie che non hanno dimestichezza con essa e diffondere la buona pratica della lettura volontaria, spontanea o organizzata, ad alta voce in spazi pubblici». Queste le finalità di Città Incantate, spiegateci da Chiara. Si, perché la sua singolarità la ritroviamo proprio nei parchi che fanno da sfondo ai volontari che leggono utilizzando libri illustrati realizzati dai migliori illustratori nazionali e internazionali.

LEGGI ANCHE: Distributore automatico di storie, quando la lettura diventa il migliore dei passatempo

«Ci divertiamo tantissimo a raccontare le storie», ci svela ancora Chiara, «e in questo modo riusciamo ad attrarre con facilità l’attenzione dei più piccoli». “Città incantata” non si limita a questo: per aumentare il coinvolgimento dei bambini ha avviato la proposta dei silent book, albi senza testo, che incentivano i piccoli a raccontarsi e a raccontare.

I “punti incantati” dove poter assistere alle letture per ora sono tutti nelle vicinanze di Torino, tra cui Nichelino, Vinovo, Moncalieri, Santena, Piobesi, Carignano, Trofarello, Candiole e None. Ma ogni giorno l’associazione si espande sempre di più. L’obiettivo è infatti quello di diffondere su tutto il territorio italiano questa cultura che sta via via perdendosi.

STORIE DI DIFFUSIONE DELLA LETTURA CHE FUNZIONANO:

  1. Distributore automatico di storie, quando la lettura diventa il migliore dei passatempo
  2. Gruppo di lettura, si organizza anche in salotto. Massimo 15-20 persone. Per il piacere di leggere insieme
  3. Ticket Books: in Brasile i libri si trasformano in biglietti della metro per incentivare la lettura
  4. Biblioteca sociale, un’iniziativa per salvare i libri dal macero e incentivare la lettura