Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Io compro a chilometro zero (Amartya Sen)

Anche il premio Nobel per l’Economia confessa di fare la sua spesa direttamente nei mercati dei contadini. E sugli Ogm avverte: «Sì ai controlli, ma no allo stop alla produzione di nuove varietà».

di Posted on
Condivisioni

AMARTYA SEN –

Anche Amartya Sen premio Nobel per l’Economia nel 1998, uno dei massimi studiosi mondiali sui temi della povertà, dello sviluppo, della giustizia e della democrazia, fa la sua spesa a chilometro zero. Ogni sabato si presenta al farmer’s market vicino alla sua abitazione e acquista i prodotti portati direttamente dai contadini.

LEGGI ANCHE: Catering a chilometro zero, nasce un network tutto gestito da donneIndian economist Amartya Sen listens to

FARMER’S MARKET E SPESA A CHILOMETRO ZERO –

Sen ritiene che il cibo nel mondo ci sia per tutti, eppure siamo a 805 milioni di persone che soffrono la fame (nel 2009 erano più di un miliardo), ma bisogna migliorare la produzione, dare reddito alle popolazioni per acquistare i prodotti locali e aumentare così i ricavi dei piccoli imprenditori agricoli. Il premio Nobel parla anche del tema degli Ogm ed a proposito delle posizioni nettamente contrarie, come quella di Vandana Shiva, Sen dice: «Ha ragione nell’invitare a stare attenti quando si aumentano le rese agricole attraverso gli Ogm, perché si possono creare problemi per l’ambiente. Ma le conclusioni che ne trae, la sua opposizione alle nuove varietà, non sono logiche, conseguenti. Possiamo benissimo combinare le nuove tecnologie con il rispetto della biodiversità, e gli Ogm possono diventare uno strumento per combattere la povertà».

PER APPROFONDIRE: Chilometro zero, attenti alle truffe. E non sprechiamo una grande opportunità di risparmio e di qualità

LEGGI ANCHE: