Questo sito contribuisce all'audience di

Stilisti ecosostenibili, cinque casi di successo nel segno del made in Italy (foto)

C'è chi produce abiti dalle piante di banana, chi ricava fibre tessili da alberi e cortecce, chi utilizza cotone organico e pigmenti naturali. Sono gli stilisti ecosostenibili, che lavorano nel rispetto dell'ambiente, per un'eleganza pienamente green.

Stilisti ecosostenibili, cinque casi di successo nel segno del made in Italy (foto)
Stilisti ecosostenibili
di
Condivisioni

STILISTI ECOSOSTENIBILI

Fino a pochi anni fa, moda sostenibile era sinonimo di mercatini dell’usato, in cui era possibile trovare capi vintage o indumenti recuperati dalla cassapanca della nonna e riadattati a nuovi usi. Ai mercatini dell’usato si sono affiancati poi, sempre in tema di moda sostenibile, gli swap party, veri e propri mercati del baratto in cui ci si scambiano indumenti e oggetti, senza utilizzare denaro.

LEGGI ANCHE: Vecchi sacchi per il cemento tornano a vivere e si trasformano in borse. Il progetto emiliano di Fabrica (foto)

ABITI ECOSOSTENIBILI

Il tema della sostenibilità insomma entra sempre più nella moda, grazie a consumatori sempre più consapevoli, che si informano, partecipano e si scambiano le proprie idee attraverso la rete. E chi crea capi di moda non sta certo a guardare. Sempre più numerosi sono gli stilisti ecosostenibili, cui spetta il compito di scegliere quali materiali utilizzare nelle creazioni. La rivoluzione passa infatti anche dalle materie prime utilizzate per la produzione dei capi, che possono essere biologiche o prodotte con basso consumo di acqua. I filati e i tessuti, poi, possono essere realizzati a partire dal recupero di antiche tradizioni produttive. Senza contare poi che la tintura e il fissaggio dei colori sui capi può avvenire con colorazioni naturali e con processi produttivi rispettosi dell’ambiente.

STILISTI ECOSOSTENIBILI, CASI DI SUCCESSO

In tema di moda green, ecco i 5 stilisti ecosostenibili del momento, tutti rigorosamente nel segno del made in Italy:

Laura-Strambi (Fonte foto: www.laurastrabiyoj.com)

Fonte foto: www.laurastrabiyoj.com

  • LAURA STRAMBI   – Stilista che coniuga la qualità dell’abbigliamento al rispetto per l’ambiente. Le sue collezioni utilizzano tessuti naturali come il cotone organico o materiali che provengono dall’equo e solidale. Le stampe sono realizzati con pigmenti naturali, provenienti ad esempio dalla frutta, e tutta la produzione avviene a Km 0 e si sviluppa nell’area milanese. Per una moda green, ecosostenibile e del tutto made in Italy.

    foto: www.tizianoguardini.com

    Fonte foto: www.tizianoguardini.com

  • TIZIANO GUARDINI – Abiti di tessuti non tessuti, che intrecciano completamente a mano materiali come foglie, cortecce e aghi di pino. Il suo progetto si sviluppa a Roma e punta ad utilizzare tecnologie avanzate che mirano ad azzerare le emissioni di CO2. La sua, è una donna che nei suoi abiti sostituisce il raso e lo chiffon ai tessuti organici, per la produzione di abiti ecosostenibili e cruelty free. Con la sua “organic couture“, Tiziano vuole denunciare la violenza contro la natura, vittima di materialismo e consumismo.

 

 

Fonte foto: www.giuseppebuccinna.eu

  • GIUSEPPE BUCCINNÀ – Siamo di nuovo a Milano. Qui è attivo questo giovane designer che crea le sue collezioni all’insegna della consapevolezza ambientale. Materiali non trattati, lavorati in modo ecosostenibile e completamente realizzati in Italia, con creazioni ispirate alle culture orientali.

    Fonte foto: www.alessandramicolucci.com

  • ALESSANDRA MICOLUCCIAbiti ricavati dalla frutta per questa giovane stilista ecosostenibile veneziana che ricava le fibre dei suoi abiti direttamente dalle piante di banana. Alessandra ha ripreso l’impiego delle banane ad uso tessile dall’Oriente e le ha utilizzate per creare tessuti e filati morbidi e di alta qualità, con i quali dare vita a capi rigorosamente realizzati a mano.

 

http://www.pagliamilano.it/

Fonte foto: www.pagliamilano.it

  • PAGLIA MILANO – Margherita, Francesca e Giulia Paglia sono tre sorelle milanesi che hanno dato il via a queste creazioni ecosostenibili, realizzate con gli scarti delle grandi aziende che diventano stoffe bellissime, impiegate per realizzare giacche, camicie, spolverini e pantaloni. Del loro lavoro non si butta niente, dato che gli scarti della loro produzione vengono a loro volta riutilizzati per realizzare accessori ecosostenibili come spille, cinture e clips.

QUANDO LA TECNOLOGIA INCONTRA LA MODA, NASCE LA MODA ECOSOSTENIBILE:

Ultime Notizie: