Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Farmaci online, ecco come acquistarli. Solo quelli da banco e da farmacie autorizzate

Un italiano su quattro compra farmaci online. Attenzione ai prodotti contraffatti, possono essere dannosi. Scegliere siti con il bollino del Ministero della Salute e diffidare dai siti che propongono farmaci a prezzi scontatissimi.

di Posted on
Condivisioni

ACQUISTO FARMACI ONLINE

Il mercato dei farmaci on-line va a gonfie vele: secondo l’Agenzia Italiana del Farmaco un italiano su quattro si rivolge ad internet per l’acquisto dei propri farmaci online, e il ritmo di espansione non sembra rallentare. Complici i costi, più bassi rispetto alle tradizionali farmacie, la tendenza di molti consumatori a ricette-fai-da-te e un mercato selvaggio con tanti siti internazionali che vendono anche fuori da qualsiasi norma. Il pericolo, infatti, è l’assoluta assenza di controlli e il proliferare di offerta illegale.

LEGGI ANCHE: Farmacie, la stangata per chi compra un farmaco la sera. Una tassa di 10 euro, un regalo alla lobby della pillola

Tra i farmaci più cliccati, e cercati, troviamo i farmaci dimagranti, quelli per smettere di fumare, gli antinfluenzali, alcuni farmaci per combattere le disfunzioni erettili (complice anche una certa vergogna nel richiederli presso i punti vendita convenzionali e le pubblicità ingannevoli), ma stanno scalando le classifiche anche terapie antiretrovirali e farmaci antitumorali non ancora approvati e altrove piuttosto costosi. Con possibili rischi per la salute.
In un’intervista a La Repubblica, il il direttore generale dell‘Aifa, Luca Pani, ha messo i guardia i consumatori contro i rischi per la salute nell’acquisto di farmaci che possono non essere adeguatamente controllati, o peggio contraffatti.

ACQUISTO FARMACI ONLINE CONSIGLI

«Ben che vada – afferma Pani – questi farmaci non danno alcun effetto rilevante, ma se dovessero avere effetti collaterali, senza gli adeguati test potrebbero essere molto pericolosi».

Quindi, come difendersi?

Il mercato dei farmaci online dalla fine del 2015 è regolato da una precisa circolare del Ministero. Con tre paletti, molto precisi:

  • Si possono vendere solo prodotti da banco e prodotti che non richiedono la prescrizione medica.
  • Le farmacie on line devono essere regolarmente autorizzate.
  • Sono riconoscibili da un “bollino di sicurezza”, concesso dal ministero, su cui cliccare per verificare la legalità del sito.

Prima cosa da verificare, quindi, è la presenza del logo apposito di autorizzazione da parte del Ministero della Salute. Inoltre, è il caso di diffidare di siti che abbiano provenienza extra-europea, che garantiscono farmaci a meno della metà del prezzo. Diffidare anche, delle e-mail che promettono farmaci dai risultati miracolosi, spesso sono e-mail di scam, come si chiamano in gergo, cioè mail che vengono mandate per rubare i nostri dati.

Infine, l’ultimo consiglio: per  risparmiare con i farmaci è bene acquistare solo quelli effettivamente utili e indispensabili, e  cercare di non farne scorte per poi sprecarli nell’immondizia.

Per spendere meno? Rivolgersi senza indugio, dopo un consulto con il medico curante, ai farmaci generici. Cosa sono? Farmaci con lo stesso principio attivo, nelle stesse quantità, controllati e garantiti in laboratorio, che non sono coperti da protezione brevettuale, e che quindi vedono ridotto il loro costo.

FARMACI E INTEGRATORI, COSA OCCORRE SAPERE

LEGGI ANCHE: